Blockchain nel New York Times dal 1995

Torniamo indietro nel tempo, esattamente nel 1995 e andiamo in una delle redazioni più significative della storia del giornalismo. E’ proprio qui, al New York Times che si annida l’antenata della tecnologia blockchain.

 

E’ dentro una rubrica di annunci del quotidiano newyorkese che si nasconde un registro distribuito di blocchi crittografati. 

 

Tredici anni fa, prima che blockchain diventasse di massa, il sistema era stato riprodotto da una società di timestamping che offriva un servizio di tempi ed orari dei documenti. Questo era simile al timbro degli Uffici Postali.

 

Questo sigillo crittografico era in grado di identificare ogni singolo documento che il cliente aveva conservato. Come blockchain.

 

Il “vecchio” sistema del New York Times rende impossibile a chiunque di modificare la data e convalidare documenti a meno che non siano la copia originale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *