Tecnologia: quella del futuro è “aperta a tutti”

La tecnologia del prossimo decennio sta arrivando?

No. La blockchain è già di tra di noi. E’ arrivata quasi “in sordina”, per poi esplodere diventando la protagonista della cronaca quotidiana.

Perchè possiamo definire blockchain “aperta a tutti”? E’ una tecnologia che ha intrinseca la potenzialità di poter essere declinata su molteplici settori industriali e di risolvere problemi che per molti anni sono rimasti in sospeso. E’ una tecnologia “aperta a tutti” perchè tutte le sue possibili declinazioni si rifletteranno sulle dinamiche della vita quotidiana delle persone.

La sicurezza, la sanità e il food sono i settori nei quali si stanno riscontrando i maggiori casi di successo nell’implementazione di blockchain. Anche da questo aspetto possiamo vedere come la tecnologia sia accessibile a tutti, in quanto i campi professionali sono all’apparenza molto diversi tra di loro, ma si uniscono grazie all’utilizzo di blockchain.

 

Andiamo ad analizzare tre fra i progetti in cui la tecnologia blockchain sta già fornendo i suoi benefici lato industriale e lato consumatori:

 

  • Uniquid: è un Blockchain Identity e Access Management per dispositivi smart mediante cui i device adottano un protocollo peer to peer per lo scambio di dati autenticati. La loro identità viene gestita tramite la Blockchain che ne garantisce la sicurezza e la tracciabilità.
  • FoodChain: questa startup nasce con l’ambizioso obiettivo di usare blockchain per rendere il cibo trasparente e tracciabile, in ottica di sicurezza alimentare per i consumatori. Ogni prodotto ha una storia da raccontare e conoscerla significa possedere una garanzia tangibile di qualità e autenticità.”
  • DoctorLINK: è una soluzione di Italtel che applica blockchain nel settore sanitario con la volontà di rendere sicuri i dati di accesso e la loro gestione. “Ad oggi non esiste un sistema di gestione nazionale ed integrato. Ogni regione ha un proprio standard spesso non interoperabile.”

 

Il meccanismo di trasparenza globale (democratico) è quindi stato attivato. Le aziende devono muoversi per adattarsi al cambiamento. E’ vero che la tecnologia è “giovane”, ma è arrivato il momento di investire e di credere in blockchain.

Noi siamo pronti a fare questo passo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *