xGBA – xGoogler Blockchain Alliance

xGoogler Blockchain Alliance – xGBA

xGBA: Questo è il nome della community formata da tre dipendenti di Google dedicata agli ex-googler interessati alla tecnologia Blockchain.

I tre googler in questione sono: Hitters Xu, Andy Tian e Daniel Wang.

  1. Hitters Xu è il fondatore di Nebulas. Nebulas è una blockchain pubblica di nuova generazione con l’obiettivo di creare un ecosistema in continuo miglioramento.
  2. Andy Tian è il CEO della ICO Gifto, detiene la vendita più veloce in Asia: 30 milioni $ raccolti in 1 minuto.
  3. Daniel Wang è fondatore dell’exchange decentralizzato Loopring.

Tian dichiara che il GBA sarà uno “spazio collaborativo per l’indagine, il dialogo e lo sviluppo sulla tecnologia Blockchain per i googler e incuberà progetti Blockchain di alta qualità”.

L’esperienza di Google permette ai propri Googler di adoperarsi per la diffusione della tecnologia Blockchain, e il progetto GBA coinvolgerà sicuramente altri ex-Googler interessati al progetto Blockchain e alle nuove tecnologie.

Attualmente il progetto xGBA prenderà in gestione progetti Blockchain di importanza rilevante e sarà operativa a Pechino, Shanghai e nella Bay Area.

Non è escluso in ogni caso la possibilità di proporsi ovunque ci siano ex-Googler propensi ad aderire nel progetto.

Tuttavia non sono ancora molto chiare le opinioni di Google in merito al progetto xGBA, e come possiamo supporre, quando Google si esprimerà allora sarà legge.

Di fatto Google ha recentemente aggiornato le proprie Norme per i i servizi Finanziari e a partire da giugno 2018 vieterà ogni genere di annuncio legato alla crittovaltute. Quindi non troveremo più annunci pubbliciatri relativi alle crittovalute su Google Adwords.

In ogni caso, (stranamente) Google sta già lavorando a due progetti Blockchain:

  1. un ledger  “tamper proof” – (vi ricordo che la tecnologia Blockchain è basata su un ledger)
  2. una piattaforma cloud basata sulla tecnologia Blockchain

Che dire: se non è Google a essere sempre sul pezzo lo sono i suo Googler.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *